I rischi negli impianti - AbiTest Il test della tua casa. Rileviamo ed eliminiamo Radon, Elettrosmog, Acari, Inquinanti ed altri rischi. Per il Benessere della tua famiglia.

Vai ai contenuti

I rischi negli impianti

SAPERNE DI PIU'


I rischi negli Impianti domestici

L'area degli impianti domestici è veramente ampia e potrebbe includere ogni apparecchio, infrastruttura o dispositivo dell'abitazione. Il nostro testing si limita ad alcune misurazioni che si prestano per la pericolosità del rischio o per facilità di esecuzione:
Qui di seguito un'elencazione dei rischi con una descrizione sintetica del test che svolgiamo.

Temperature perimetrali (ispezione con termocamera)
In un epoca di massima attenzione al rendimento energetico degli edifici questa prova può essere molto utile
per evidenziare punti/elementi di dispersione verso l'esterno (o verso l'interno nei mesi più caldi). L'utilizzo di una termocamera ad infrarossi permette di evidenziare a distanza dei "delta termici" che indicano un cattivo isolamento dell'involucro dell'edificio. Oltre a ciò si svolge una perlustrazione di tutti gli ambienti dell'abitazione per cogliere eventuali anomalie (impianti in surriscaldamento, perdite di acqua occulte nei muri, etc).
Un limite a questo test: perché possa dare risultati leggibili ed utili è necessario che ci si trovi in una stagione "estrema", cioè estate o inverno. Nelle stagioni intermedie, quando le temperature esterne ed interne sono simili questo test non può dare risultati utili. Di norma quindi il test è attivo dal 21 giugno al 23 settembre e dal 21 dicembre al 21 marzo di ogni anno.


Temperature frigorifero
I frigoriferi domestici sono nella maggior parte dei casifunzionanti a temperature troppo alte rispetto
all'indicazione dei 4°C (+-2) necessari per una conservazione ottimale dei cibi. Le motivazioni sono: l'impossibilità di scambiare calore da parte della serpentina posteriore (frigo "soffocato" dai mobili), le troppo frequenti aperture, una tendenza a voler risparmiare corrente elettrica, frigoriferi vecchi e inefficienti, la disposizione sbagliata degli alimenti al loro interno. Un statistica ha rivelato che circa il 30% dei frigoriferi ha mediamente la cella a 8-10°C con gravi costi occulti nella minore durata dei cibi, in particola modo verdure e latticini.
La prova tende a misurare la temperatura in cella e ad evidenziare errori di gestione come quelli elencati più sopra attraverso un'azione di formazione mirata.



Forno a Microonde
E' un apparecchio ormai comunissimo e presente in tutte le nostre case. La strana conformazione "reticolare" del vetro dello sportello ci dà una confortante impressione che lo sportello trattenga ogni radiazione, ma non è affatto così.
L'elettromagnetismo e le radiofrequenze sono il possibile problema di questi apparecchi. L'unico elemento che ci conforta è che il loro utilizzo è quasi sempre di secondi o minuti. Nel caso abbiate abitudini di usi molto intensivi (per esempio per gli arrosti, con tempi cottura di 35-45m') vi consigliamo caldamente questa verifica.
Come dice il suo nome il forno emette microonde che con la loro vibrazione, per attrito tra le molecole, scaldano i cibi anche in profondità. Ciò che potrebbe accadere, se irraggiati, dovrebbe quindi essere un riscaldamento del nostro corpo, ma gli studi sugli effetti a lungo termine delle microonde sul corpo umano non sono definitivi e completi.
Nell'intorno del forno si possono creare aree con notevoli campi elettrici, anche superiori a 10 V/m. E' importante evitare di sostarvi sistematicamente.
La misurazione di AbiTest tende a rilevare l'entità delle emissioni e la loro direzionalità. La prova prevede anche una verifica sul fronte elettromagnetismo.

Fughe di gas metano
La caratteristica del gas metano è che basta il 5% di concentrazione in un locale per renderlo esplosivo. Una delle situazioni più pericolose è quella di una fuga, anche piccola, in uno spazio chiuso come quello sotto i
mobili della cucina, dove spesso passano i tubi del gas. Perché il volume ridotto rende rapido il raggiungere quella percentuale di cui sopra.
A questo scopo AbiTest esegue una rapida prova, con strumento sensibilissimo, negli scatolati sotto i mobili o comunque sul percorso dei tubi, per accertare piccole perdite.
Frequentemente troviamo tubi di gomma non conformi per i passaggi sotto i mobili oppure scaduti.

Illuminamento ambienti
La corretta illuminazione degli ambienti delle nostre abitazioni è importante sia dal punto di vista del confort sia da quello della salute ed igiene.
Abbagliamenti, inutili affaticamenti della vista, soprattutto nei bambini, resa non fedele dei colori sono le
cose che possono accadere più spesso. Sul fronte dell'economia di esercizio si registrano ancora tantissime lampadine ad incandescenza che per almeno 6 mesi l'anno sono inutile spreco di energia elettrica (negli altri sei mesi concorrono al riscaldamento della casa).
La verifica di AbiTest su questo argomento sarà quasi una consulenza estetico-funzionale. Dapprima una verifica del livello di illuminamento rispetto a tabelle standard di illuminamento suggerito dalle norme tecniche (ad esempio per un piano di lavoro in cucina la norma prevede un range tra 150 e 500 lux, mentre per un tavolo da pranzo 100-250 lux). In un secondo momento eventuali consigli sulla temperatura colore, sulla tipologia di lampade e loro temperatura colore (fredda, daylight, calda confort, etc.). Il dato rilevato verrà raffrontato all'indicazione sulle tabelle.

Efficienza e Sicurezza elettrica
a. Salvavita
Lo scopo del Tecnico AbiTest non è quello di un'accurata verifica di ogni possibile impianto, perché richiederebbe giornate intere. Sul fronte dell'impianto elettrico è importante verificare, per la sicurezza delle persone, che il
"salvavita" (in termini tecnici interruttore differenziale) sia perfettamente funzionante, visto che spesso questi apparecchi sono installati da anni senza mai entrare in funzione. Anche la normativa per la sicurezza delle abitazioni prevede questa prova che simula una dispersione in una presa e deve quindi avvenire l'azione di interruzione dell'erogazione di energia.

b. Sezionamenti elettrici corretti

Un'altra prova che viene svolta è quella di sondare se nei sezionamenti dell'illuminazione fissa è stata correttamente interrotta la "Fase", cioè il conduttore più pericoloso dei due che portano corrente elettrica. Nel caso in cui l'impianto fosse stato realizzato male la fase sarebbe presente, per esempio, su una lampadina anche ad interruttore locale staccato, mettendo a rischio la vita di chi sostituisse la lampadina.
Copyright 2008-2022 - AbiTest HouseDoctor - Riproduzione vietata anche parziale - P.IVA 12655320153 REA MI 1991120
Torna ai contenuti